king-cobra-posterLo avevo visto al Tribecca Film Festival di New York e sinceramente mi era piaciuto. King Cobra ho avuto il piacere di rivederlo al Torino Film Festival nella sezione AFTER HOURS. Il film diretto da Justin Kelly narra la storia dell’attore porno gay Sean Lockhart  in arte Brent Corrigan. Qualcuno potrebbe dire che in fondo questo film è vuoto come il mondo volgare e misero del porno, nel quale tutto apparentemente è giustificato (anche l’omicidio) mediante motivazioni deboli o “schizzofreniche”. Questo potrebbe essere un giudizio, magari di qualche bigotto o “purista” che condanna i porno, però poi nella propria “solitudine” si masturba o fantastica, proprio con dei porno…

King Cobra, ha una velata ironia e descrive, a mio avviso, la “solitudine del mondo hard, dove tutto gira intorno al denaro, l’anima nera che dietro immagini e luci nasconde storie di vite, normali ma non troppo… Interessantissima la prova di Garrett Clayton nei panni di Brent, molto convincente. Un Christian Slater a dir poco ispirato e che con la maturità si dimostra un grande attore. James Franco sempre più calato in personaggi gay, riesce, secondo me, a portare sullo schermo un tipo specifico di gay, che non rappresenta la maggior parte dei gay, ma è innegabile che nell’universo “omo” vi sia anche la specie “eccessiva/grottesca”. Il film è veloce, si lascia guardare, senza essere banale. Nel complesso un film interessante. Direi, quasi inevitabile la presenza al TFF34, vista anche la grande attenzione del Festival alle produzioni mainstream.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here