Si tratta di un calabrese di 33 anni, ritenuto legato alle famiglie della ‘Ndrangheta. Il latitante dovrà rispondere dei reati di: Sequestro di minori, rapina a mano armata e detenzione illegale di armi. È stato arrestato dai Carabinieri di Bergamo sabato scorso e nel suo covo, i militari dell’Arma, hanno rinvenuto un arsenale zeppo di armi e materiali occorrenti per assalti a portavalori e grosse rapine. L’uomo è ritenuto responsabile di reati commessi in Emilia Romagna.