False erogazioni per ottenere i rimborsi dall’ASL, decine di perquisizioni a 21 farmacisti, 3 titolari di sanitarie e due ditte ortopediche fra gli indgati per truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale. Questo è il bilancio di una indagine in corso a Palermo, Agrigento e Trapani. Tutti gli indagati, secondo gli inquirenti, avrebbero applicato fustelle contraffatte con il marchio di una nota azienda farmaceutica alle varie autorizzazioni occorrenti per la fornitura di dispositivi atti all’incontinenza urinaria. Ed infine avrebbero rilasciato dei falsi attestati per l’erogazione di articoli vari, al fine di far ottenere i rimborsi dalla ASL.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here