L’organizzazione ‘ndrina avrebbe utilizzato le vincite ai giochi e lotterie nazionali per riciclare il denaro sporco derivato dai proventi del traffico internazionale di stupefacenti. Secondo i ROS sarebbero state riciclate somme ingenti con l’acquisto di schedine vincitrici al Superenalotto dai reali vincitori e con il credito della vincita in mano, gli esponenti della ‘Ndrangheta si facevano accreditare i soldi dalla SISAL di Milano su dei conti correnti appositamente aperti al fine di sottrarsi dalle segnalazioni di operazioni sospette. Sono stati confiscati fino ad ora, beni per un totale di 5,6 milioni di euro ed è stato arrestato un esponente della cosa dei Mancuso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here