Nominata una commissione d’accesso antimafia al comune di Corigliano Calabro, l’operazione è stata voluta e coordinata dal Prefetto di Cosenza, Antonio Reppucci. La decisione è maturata a seguito dell’operazione della DDA di Catanzaro che il 17 luglio aveva portato all’arresto di 67 persone tutte indagata per associazione mafiosa, traffico internazionale di stupefacenti, sfruttamento della prostituzione e usura. Tra gli arrestati nell’operazione, c’erano anche Franco e Mario Straface, risultati poi esseri i fratelli del sindaco di Corigliano e Pasqualina Straface, indagata per concorso esterno in associazione mafiosa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here