Il legale del PDL avrebbe dichiarato che le ipotesi di un coinvolgimento del premier nella questione delle notizie trapelate sulla casa di Montecarlo, precedentemente di proprietà di AN e poi passata di mano al cognato di Gianfranco Fini, sono completamente infondate e diffamatorie. Italo Bocchino, portavoce di FL invece insiste con l’asserire che dietro l’operazione di gogna mediatica ci sarebbe Lavitola, uno degli uomini vicini a Berlusconi che avrebbe appositamente fatto trapelare la falsa notizia pur di discreditare il Presidente della Camera dei Deputati. Ed in merito ad un presunto, paventato coinvolgimento dell’intelligence italiano dietro a questa operazione, D’Alema tuona che bisogna vigilare sull’operato dei Servizi Segreti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here