Roberto Cima è considerato uno dei 100 latitanti più pericolosi, affiliato alla ‘Ndrangheta calabrese, è stato arrestato in Francia dal reparto ROS di Genova dell’Arma dei Carabinieri. Cima deve scontare una pena a 21 anni di carcere inflittagli dalla Corte d’Assise d’Appello di Milano per l’omicidio di Aurelio Corica, avvenuto a Ventimiglia nel 1989. Il latitante uccise l’uomo, insieme ad un suo complice, nell’ambito della guerra ‘ndrina che insanguinò la Liguria fra gli anni ’80 e ’90.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here