Perquisizioni in molte abitazioni di affiliati alle cosche sono in corso da stamattina dopo che è pervenuta una telefonata minatoria al tribunale di Reggio Calabria, indirizzata al Procuratore della Repubblica Giuseppe Pignatone. Nella telefonata l’anonimo diceva di cercare in un determinato punto vicino al Palazzo di Giustizia, perché c’era un ‘regalo’ per il Procuratore Pignatone. I militari dell’Arma dei Carabinieri si sono recati sul posto ed hanno trovato un bazooka. La grossa arma da guerra è risultata del tutto innoqua in quanto pare che abbia già esploso l’unico colpo che poteva sparare, dunque del tutto scarica ed inutilizzabile. Ma ciò che preoccupa gli inquirenti è la minaccia che sta dietro al ritrovamento del bazooka. Già in passato il Procuratore Pignatone era stato fatto oggetto di minacce varie, questa è l’ennesima che è pervenuta. 750 fra Carabinieri, Finanzieri e Poliziotti, stanno perquesendo le case degli affiliati alle varie cosche di ‘Ndrangheta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here