Per la rimozione delle macerie nel cratere del sisma e la conseguente ricostruzione, i tecnici stanno pensando ad un ‘cantiere pilota’ in collaborazione con i Comuni e le Università italiane. Per quanto riguarda L’Aquila in particolare, è stata avviata una collaborazione con l’Università dello stesso capoluogo abruzzese, con Reluiss e il CNR. L’iniziativa consiste nella elaborazione della Carta per gli spazi pubblici compresi servizi e sottoservizi. La Carta per gli spazi pubblici occorrerà a gestire una possibile ricostruzione con l’obiettivo di stabilire la messa a punto di metodi e pratiche di politica urbana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here