Casa di Montecarlo: Non vi fu nessuna truffa

La Procura della Repubblica di Roma ha chiesto l’archiviazione della questione sulla casa di Montecarlo avendo accertato che non vi fu né frode e né truffa nella vendita dell’appartamento. Finisce così come era prevedibile, in una bolla di sapone il caso estivo che aveva riempito per mesi tutti i giornali e che secondo molti fu creato appositamente per colpire Gianfranco Fini, ritenuto da qualcuno una specie di traditore dell’attuale governo. La Procura ha chiesto l’archiviazione per insussistenza di azioni fraudolente nell’ambito della vendita, in quanto i Magistrati non hanno trovato nessun raggiro o truffa a riguardo.