Antonino De Masi, imprenditore di Reggio Calabria ha presentato una denuncia-querela contro la Banca d’Italia. Nella denuncia vengono ipotizzati i reati di omessa vigilanza del sistema creditizio, concorso in usura e riciclaggio, appropriazione indebita, truffa, estorsione e turbativa d’asta in libero mercato. De Masi ha presentato la denuncia dopo la sentenza d’appello con la quale sono stati assolti i vertici della Banca di Roma, della BNL e della Banca Antonveneta, che l’imprenditore reggino aveva accusato del reato di usura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here