Parte questo mese il progetto sperimentale Tappoachi?, volto alla raccolta e il riciclo del sughero nel Comune di Cesenatico.  Non è la prima volta che il sughero viene coinvolto in un progetto ecologico. La sughereta della Stazione Sperimentale del Sughero di Tempio Pausania (in provincia di Sassari) è stata la prima al mondo ad essere gestita secondo i criteri del Forest Stewardship Council (FSC).

La sua filiera è sostanzialmente costituita dalla produzione in foresta che consiste nelle operazioni di decortica che si svolgono con un turno di dieci anni senza comportare l’abbattimento dell’albero e in una serie di successive operazioni (stagionatura, bollitura e taglio o granulazione) che possono avvenire anche in un’unica impresa e si concludono con la produzione di tappi, oppure di prodotti isolanti per la bioedilizia, di accessori per il settore calzaturiero, ecc. Le prospettive di mercato che esistono nell’edilizia con l’uso di pannelli isolanti a base di granulato di sughero, costituiscono, non solo per la bioedilizia, una valida alternativa ai prodotti di origine petrolchimica. Il marchio FSC sui prodotti forestali in legno, carta o in sughero, rende riconoscibile in tutto il mondo al consumatore finale la provenienza da una foresta gestita in maniera sostenibile, rispettosa dell’ambiente e delle comunità forestali.

Il progetto Tappoachi? è finalizzato al recupero dei tappi di sughero, un materiale prezioso e riciclabile, molto utile nella fabbricazione di isolanti termici per le abitazioni.  Cesenatico ospita centinaia di wine bar, enoteche, ristoranti, alberghi dove ogni estate si stappano milioni di bottiglie sigillate con i tappi di sughero. Ora questo sughero sarà recuperato, coinvolgendo gli esercenti di bar, enoteche, ristoranti e alberghi. Agli esercenti aderenti viene chiesto di raccogliere in maniera differenziata i tappi di sughero stappati all’interno del loro locale e conservarli. Ogni 90 giorni circa, attraverso i servizi di Hera, si provvederà ad effettuare la raccolta. Anche i cittadini potranno contribuire alla buona riuscita del progetto, raccogliendo i tappi e portandoli direttamente presso la Stazione ecologica.

Gli eventuali proventi ricavati dalla raccolta dei tappi di sughero attraverso il progetto verranno devoluti per il finanziamento di iniziative con finalità sociale, individuate d’intesa tra i sottoscrittori del protocollo dopo la verifica della fase sperimentale di raccolta.

Rilegno è il Consorzio Nazionale che si occupa di raccolta, recupero e riciclaggio degli imballaggi di legno in Italia. Il progetto è promosso dal Consorzio Rilegno, assieme all’Amministrazione Comunale di Cesenatico, HERA S.p.A., l’ATO 8 – Autorità di Ambito Territoriale Ottimale di Forlì-Cesena e la Provincia di Forlì-Cesena.
Il Comune di Cesenatico è il secondo in Italia in cui viene avviata la sperimentazione attraverso il progetto Tappoachi?, dopo l’esperienza pilota di fine 2009 nel Comune di Valdobbiadene, territorio ad alta produzione spumantistica.

Fonte: http://www.salvaleforeste.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here