Evidentemente Gerlandino Messina, boss di Agrigento, dedito totalmente al suo ‘mestiere’ amava allenarsi al Padrino con la Xbox. Infatti il RIS di Messina ha trovato numerose sue impronte digitali e altro materiale biologico nel covo scoperto a Favara, in cui è stato sorpreso ed arrestato. Rinvenuta nel suo covo anche la Xbox con cui giocava e il classico fazzoletto che indossano i portatori di San Calogero nelle processioni, sintomo di profonda cristianità da parte del mafioso?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here