36 Torino Film Festival: WALLED UNWALLED di Lawrence Abu Hamdan

Nel 2000 i muri e le barriere che dividevano gli stati nazionali erano quindici. Oggi, lungo ben sessantatré confini in quattro continenti abbiamo barriere fisiche a separare le nazioni fra loro. Mentre questi muri venivano eretti, milioni e milioni di particelle cosmiche chiamate muoni discendevano nell’atmosfera terrestre e penetravano in profondità, attraverso strati di cemento, suolo e roccia. Gli scienziati hanno capito che queste particelle potevano essere coltivate e che poteva essere sviluppata una tecnologia per sfruttare le loro caratteristiche fisiche e penetrare così superfici impossibili per i raggi X. I muoni ci hanno permesso di vedere per la prima volta il materiale di contrabbando nascosto nei container ricoperti di piombo delle navi mercantili o le stanze segrete delle piramidi. Nessun muro sulla terra è impermeabile. Oggi siamo tutti un muro, e nessun muro. La performance, registrata a in un studio di Funkhaus, a Berlino Est, e formata da una sola inquadratura di venti minuti, riunisce alcune storie riprese da cause legali in cui le prove sono state trovate o ascoltate attraverso i muri.

Nazione: Israele
Anno: 2018
Durata: 20′

Sezione:
– ONDE/ARTRUM

Cast and Credits

walled unwalled

regia, interprete/director, cast
Lawrence Abu Hamdan