Trump oltre ad essere il Presidente degli USA, è anche il “signore delle cazzate”. Un uomo, politicamente parlando, “pozzanghera” incline alle “dichiarazioni inutili e superficiali”, diciamo una sorta di “idiota” del villaggio globale dei social. Trump da grande esperto, con la profondità tipica del “bulletto spavaldo” che gestisce il potere alla “faccia di tutto e tutti”, mentre in Francia, la cattedrale di Notre Dame bruciava, si “lamentava” del mancato intervento dei canadair per domare le fiamme. Un Presidente di una nazione, dovrebbe essere più accorto e soprattutto, quando effettivamente non è competente in una specifica materia, chiedere più pareri a degli esperti, in modo da evitare figure pessime. L’uso dei Canadair, come hanno affermato esperti in materia è ASSOLUTAMENTE sconsigliato in centri urbani, sia perché l’enorme massa d’acqua lanciata potrebbe danneggiare altre strutture, sia perché avrebbe certamente generato un sovraccarico di peso imprevedibile su Notre Dame, con la possibilità di un crollo.
Le dichiarazioni di Trump, mettono in luce “l’arroganza” e “l’ipocrisia” di un personaggio, che non è realmente partecipe del dramma della Francia, ma che chiaramente ostenta solo finta partecipazione, poiché quando si ha reale rispetto di un evento tragico, non si “spara la prima cosa che passa per la testa”. Tump è un uomo che “comanda” ma non sa amministrare una nazione.

L’incendio di Notre Dame è stata una cosa seria, che grazie alle competenze dei vigili del fuoco francesi è stato domato. Un dramma che sta ferendo moltissimo, non solo i francesi ma l’Europa intera, poiché colpisce l’identità storica di tutti noi. Presidente Trump, “giochi” pure con il potere, ma tolga le “mani”, in tutti i sensi, dall’Europa.