Annie (Rose Byrne) vive una vita in stand-by. Gestisce un museo nella cittadina marittima inglese dov’è cresciuta, è perennemente preoccupata per la sorella Ros (Lily Brazier), giovane e irresponsabile, e trascina da tempo una relazione con Duncan (Chris O’Dowd), docente universitario. Duncan, invece, è completamente assorbito dal rocker alternativo Tucker Crowe (Ethan Hawke) e dalla sua misteriosa scomparsa dalle scene, avvenuta venticinque anni prima.

Dopo aver abbandonato la carriera musicale, Tucker Crowe (Ethan Hawke) si è ritirato a vita privata, isolandosi anche dalle sue innumerevoli relazioni e da una serie di figli. Adesso vive nel garage di una sua ex, a nord di New York, e si occupa del figlio più piccolo, Jackson (Azhy Robertson). Le sue giornate trascorrono tra fare il bucato, giocare con i Lego e domandarsi come mai la sua vita non sia andata proprio come si aspettava.

Quando non tiene lezioni sulla cultura pop e sull’importanza della più recente serie televisiva cult, Duncan gestisce il sito dei fan di Tucker Crowe, di cui è anche fondatore. Lui e gli altri fan ossessionati dalla figura di Tucker analizzano al microscopio la limitata discografia dell’evanescente cantautore, alla ricerca della verità sulla sua musica e sulla sua scomparsa.

Quando riemerge Juliet, Naked, demo acustico dell’album di successo Juliet, che Tucker aveva pubblicato venticinque anni prima, Duncan scrive una recensione entusiasta della versione appena uscita. In un momento di ribellione, Annie risponde postando la sua feroce stroncatura del demo. Con sua grande sorpresa, Tucker apprezza la critica e le scrive un’e-mail per ringraziarla. Ne segue un incontro che cambierà la vita dell’ex-star e della fidanzata del suo più grande ammiratore.

Juliet, Naked – Tutta un’altra musica, pellicola tratta da un romanzo di Nick Hornby (About a Boy – Un ragazzo, Alta fedeltà) e interpretata da Rose Byrne, Ethan Hawke e Chris O’Dowd, è una commedia sulla possibilità di avere una nuova chance nella vita. Il film è diretto da Jesse Peretz (Quell’idiota di nostro fratello, GLOW, Girls) e prodotto da Albert Berger e Ron Yerxa (Nebraska, Little Miss Sunshine, Election), da Barry Mendel e Judd Apatow (The Big Sick: Il matrimonio si può evitare… l’amore no, Un disastro di ragazza, Le amiche della sposa) e da Jeffrey Soros (Lo spazio che ci unisce, The Bye Bye Man, L’eccezione alla regola).