Un oceano in salute è essenziale per la nostra sopravvivenza: in città, al mare, in montagna, indipendentemente da dove viviamo, il benessere dell’oceano è legato al nostro. Ogni anno il World Oceans Day vuole celebrare l’oceano e la sua importanza e vuole ricordare ciò che ognuno di noi può fare per proteggerlo. Gli oceani versano oggi in una condizione sempre più complessa e problematica e la pesca intensiva è una delle cause di questo stato di cose. Il 90% delle risorse ittiche sono soggette a sovrappesca o sfruttate al massimo, quindi è necessario invertire questa tendenza quanto prima.

MSC opera per promuovere la pesca sostenibile e per sensibilizzare i cittadini su questo argomento con l’obiettivo di salvaguardare le risorse ittiche per il futuro. Infatti queste rappresentano una fonte alimentare e di reddito fondamentale per oltre 800 milioni di persone, ma c’è il rischio concreto che nei prossimi anni le risorse ittiche inizino a scarseggiare, con gravi conseguenze non solo ambientali, ma anche sociali ed economiche.

MSC porta l’oceano a Milano per il World Oceans Day
In occasione della settimana del World Oceans Day, MSC presenta “Immergiti nel blu” con l’obiettivo di sensibilizzare le persone nei confronti della sostenibilità ittica.

Quale modo migliore per farlo se non portare un grande oceano blu a Milano? Nel cuore del centro storico, le Colonne di San Lorenzo si trasformeranno in un’immensa distesa blu in cui le persone potranno immergersi, dimenticando per un attimo di trovarsi in città. Un prato naturale di quasi 500 mq. totalmente dipinto di blu, con vernice rigorosamente ecologica, offrirà ai passanti la possibilità di tuffarsi, rilassarsi e saperne di più su come contribuire a salvaguardare il futuro degli oceani scegliendo prodotti provenienti da pesca sostenibile.

Dal 3 al 6 giugno l’oceano milanese sarà il luogo in cui i cittadini di Milano e non solo potranno fermarsi, rilassarsi, saperne di più dei nostri oceani e capire meglio che attraverso i propri comportamenti e le proprie scelte d’acquisto possono dare un reale contributo alla salute degli oceani. Un’operazione di sensibilizzazione volta a ricordare alle persone che il mare va rispettato e salvaguardato ogni giorno, nella quotidianità, e non solo in occasione della giornata mondiale degli oceani.

Il giorno clou sarà il 6 giugno, quando attraverso un gioco collettivo, le persone saranno invitate a “pescare” alcuni oggetti di design che rappresentano la vita negli oceani, realizzati da due artisti – Geppetta e Salvabarche – che usano materiali di recupero: la prima gli oggetti depositati sulla spiaggia dalle correnti marine e il secondo varie parti di vecchie barche abbandonate. Sarà consentito prendere e portare via con sé alcuni pesci speciali, quelli contrassegnati col bollino blu MSC “Pesca sostenibile e certificata”. Il gioco, condotto con l’ausilio di “pescatori”, ha l’obiettivo di spiegare in modo semplice e divertente il concetto della pesca sostenibile.

Non solo a Milano ma in tutta l’Italia con l’hashtag #StavoltaMiTuffo
La campagna “Immergiti nel blu” avrà la sua declinazione sul territorio attraverso l’evento di Milano, ma tramite i social media, chiunque potrà partecipare con MSC alla celebrazione del World Oceans Day:

Attraverso Facebook, Instagram e Twitter, tutti potranno fare la loro parte utilizzando l’hashtag #StavoltaMiTuffo. Ovunque ci si trovi, in qualunque momento della giornata (a colazione, in ufficio, al bar, sul tram…) MSC invita tutti a tuffarsi nel blu, facendosi una foto con maschera e boccaglio. Un modo divertente per proclamare il proprio impegno a rispettare gli oceani ogni giorno.

MSC ha affidato l’ideazione e la produzione dell’evento e della campagna social alle agenzie Soleluna e XChannel.

Che cos’è il marchio blu di MSC?
Con l’evento “Immergiti nel blu” MSC, portando l’oceano a Milano, vuole ricordare alle persone che l’oceano non è così lontano come sembra e anche chi vive distante dal mare può dare un contributo reale e determinante alla salute degli oceani.

MSC promuove un programma di etichettatura e certificazione che riconosce e premia le pratiche di pesca sostenibili e garantisce ai consumatori che solo i prodotti ittici provenienti da una pesca certificata MSC sono venduti con il marchio blu MSC.

Il consumatore dunque diventa la figura fondamentale per creare un mercato di prodotti ittici sostenibile, ingenerando il classico meccanismo di domanda e offerta: i consumatori scelgono di acquistare preferibilmente pesce con il marchio blu MSC, quindi la domanda per i prodotti certificati MSC cresce e di conseguenza più aziende di pesca scelgono di operare in modo sostenibile.

L’importanza delle scelte consapevoli nei consumi quotidiani è centrale e MSC da sempre lavora insieme ai partner per diffondere una maggiore coscienza tra i consumatori e spiegare, attraverso campagne di comunicazione, l’importanza della sostenibilità per contrastare la sovrappesca e lo sfruttamento degli oceani.

Alcuni numeri dalla Consumer Research MSC 2018
Secondo la ricerca sui consumatori di prodotti ittici, condotta nel 2018 a livello mondiale da Marine Stewardship Council in collaborazione con GlobeScan, il 95% degli italiani sono consumatori abituali, soprattutto al Sud e nelle Isole (97%), seguiti da Nord Est e Centro (entrambi 94%) e Nord Ovest (93%). Il dato interessante è che il 44% dei consumatori possono essere identificati come “seafood lovers”, ponendo l’Italia ai primi posti come percentuale di appassionati di prodotti ittici, seguita da Francia e Svezia e ben distante dalla media globale (34% seafood lovers).

Da qui deriva un’attenzione spiccata e in continuo aumento dei consumatori italiani alla sostenibilità ittica: il 78% – +25% rispetto al 2016 – è consapevole che acquistando prodotti ittici provenienti da fonte sostenibile e certificata si contribuisce alla salute degli oceani e si permetterà alle generazioni future di avere ancora risorse ittiche a disposizione. Il 55% degli italiani cerca nell’etichetta dei prodotti le informazioni sulla sostenibilità ittica e il 68% predilige prodotti ittici certificati al momento della scelta.

Grazie alla crescente domanda e alla collaborazione di aziende che operano nel settore ittico si è assistito ad un incremento sugli scaffali del numero di prodotti certificati MSC di circa il 60% rispetto all’anno precedente: sono oggi disponibili sul mercato italiano più di mille prodotti, a fronte dei 730 dello scorso anno (dati MSC).