“Chiediamo a tutti i colleghi di manifestare la loro disponibilita’ ad assistere chi, con la disobbedienza civile resiste alla violenza delle istituzioni”. E’ l’appello che gli avvocati di uno dei piu’ importanti studi legali di Torino ha lanciato con una lettera al presidente della camera penale del Piemonte e della Valle d’Aosta. I firmatari sono Fulvio Gianaria, Alberto Mittone, Anna Ronfani e Nicola Gianaria. “Gli avvocati – e’ il testo – possono avere opinioni diverse sull’enorme problema dei flussi migratori e sulle regole europee che dovrebbero organizzare le ricollocamento dei migranti, ma non possono intervenire sulla soluzione di problemi che devono essere risolti dai legislatori nazionali e sovranazionali. Gli avvocati sanno pero’ che quando le leggi internazionali del mare e l’etica comune dicono che le persone in pericolo devono essere soccorse, Indipendentemente dalle ragioni che hanno dato corso al pericolo, e devono essere ricoverata nell’approdo sicuro piu’ vicino, nessuna legge o provvedimento locale puo’ contraddire questi principi. Quando cio’ avviene vanno condivise le ragioni di chi ritiene giusto disobbedire a queste leggi o provvedimenti”. “Chiunque rivendica la necessita’ di tutelare in ogni modo il diritto alla vita – e la conclusione dell’appello – merita di essere tutelato e merita di essere assistito da chi professionalmente esercita la tutela legale. Per questa ragione chiediamo a tutti i colleghi di manifestare la loro disponibilita’ ad assistere chi, con la disobbedienza civile, resiste alla violenza delle istituzioni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here