Cosa vi ha spinto a fare musica?
E’ stata da subito un’esigenza. Il fare musica era subordinato al nostro accordo di collaborazione fin dal nostro primo incontro. Non abbiamo avuto bisogno di tante parole, dal primo momento ci siamo messi a lavorare sulle nostre idee e sulle nostre ispirazioni. L’animo artistico ha fatto il resto.

Parliamo della vostra ultima fatica…
Dopo due EP, avevamo in progetto la realizzazione di un ALBUM.
Everyday ci rappresenta perfettamente, racchiude quasi tutto ciò che siamo riusciti a esprimere in questi anni. Sono presenti molte contaminazioni. Non amiamo mettere confini. Eterogeneità e libertà di espressione sono da sempre le nostre parole d’ordine. Dieci brani che contengono molte sfumature e che trattano diversi temi, tutto nel nostro stile e nel nostro modo di interpretare. Non ci rivolgiamo a un solo segmento di pubblico, crediamo che molte persone potrebbero trovare soddisfazione dall’ascolto del nostro nuovo lavoro, pertanto invitiamo a farlo.

Potete vantare una lunga attività live. Quali secondo voi le maggiori difficoltà di un live?
La prima difficoltà sta proprio nel riuscire a trovare la possibilità di fare un Live. Viviamo in un momento storico dove prolificano Tribute e Cover Band di ogni genere, paradossalmente fare musica propria risulta penalizzante in questo senso. I locali sembrano non essere molto interessati e le grandi manifestazioni sono spesso appannaggio di pochi e spesso gli stessi.
Altra difficoltà a volte sta nella gestione della giornata del Live, spesso si devono spendere molte ore, magari suonando in locali poco attrezzati, e spesso senza vedere adeguatamente riconosciuto tutto il lavoro che viene profuso.
Le difficoltà sono tante, ma non ci facciamo scoraggiare.

Perché utilizzare l’inglese come lingua nelle vostre canzoni?
In realtà questa è una domanda che non ci siamo mai posti. Per noi è stato naturale. Niente di pensato a tavolino, solo l’istinto e la spontaneità.

Definite in sole 3 parole la musica…
Espressione. Libertà. Spontaneità.

Perché i nostri lettori e le nostre lettrici, dovrebbero comprare il vostro cd?
Come detto prima, crediamo che molti potrebbero trovare soddisfazione. Proponiamo molte cose diverse in un unico Album. Bisogna essere curiosi e allo stesso tempo desiderosi di sostenere le nuove idee, in un panorama musicale, dal nostro punto di vista, molto livellato.
Invitiamo all’ascolto ancor prima che all’acquisto. Grazie.