È un termine nato a Bologna e, in origine, la definizione riguardava certi ambulanti che, per dimostrare la robustezza dei piatti che vendevano, li sbattevano uno contro l’altro, provocando così un rumore (“ciocco” in bolognese).
Con molta franchezza il Cioccapiatti protagonista del libro rivela le fandonie raccontate per mostrarsi più importante, più colto e più intelligente di quello che è. Ci spiega inoltre le varie forme di demagogia seguite per dire, non tanto quel che lui pensa, ma “ciò che gli altri si
aspettano di sentire”.
In demagogia è importante offrire dei “gustosi manicaretti di parole”.
E, con tono irriverente, a tratti cinico, il nostro Cioccapiatti ci svela le tante ricette di questi manicaretti: ricette ideali per fare bella figura nella vita di tutti i giorni e per strappare l’applauso nei talk show in TV.

Biografia dell’autore
Claudio Nutrito (www.claudionutrito.it) vive a Bologna. Giornalista e formatore aziendale, è stato manager in varie aziende. È autore di vari libri, fra cui Non ho niente da dire, ma so come dirlo. Trattato ad uso del moderno opinionista (Stampa Alternativa); Sono modesto e me ne vanto. Nonsensi, controsensi e paradossi apparenti (Stampa Alternativa); I due magnifici insolenti. Le parole irriverenti di François Truffaut e Sacha Guitry (Effepi Libri), Bologna Navona, (romanzo), Voglio essere più creativo! (Franco Angeli), Quant’altro. Parole di salvataggio per parlare senza dire niente (Novecento Editore).

INDICE
o Prefazione

PRIMA PARTE
Per “essere qualcuno” bisogna conoscere qualcuno che “è qualcuno”.
Narcisismo positivo
“Dì che ti mando io”
Le “para-verità”
Proverbi e citazioni: tutto e il contrario di tutto
“Sciacquare i panni nel sociale”
Aria fritta buonista
Badilate di saggezza
L’indignazione invidiosa
Il pappagallo creativo
Stronco, ergo sum
Un cowboy tutto cappello e niente bestiame

SECONDA PARTE
Abbiategrasso e il Presidente Kennedy
“Non è questa la sede”
Gli aggettivi socialmente utili
L’effetto capannello
Il massaggio verbale
L’«applauso al morto»
La demagogia ridens
La formula magica: “cibo + appena + participio passato”
Tutti col cappello in testa

NOTE A MARGINE
Demagogia
Narcisismo
Vuoto giuridico