foto di Leoluca Iacoviello

Partiamo dalle origini… come e quando vi siete conosciuti?
Essendo compaesani e coetanei possiamo dire che ci conosciamo praticamente da sempre. Grazie ad amicizie in comune abbiamo iniziato a frequentarci e in seguito nel 2015 è nato il progetto Easy Funk con la volontà di mettere assieme tutti i nostri stili e percorsi individuali.

Raggiungere un proprio stile e identità, quanto è importante?
Pensiamo che sia fondamentale innanzitutto per una questione di originalità oltre che bisogna tener conto che il mercato musicale è ormai saturo quindi bisogna distinguersi nel migliore dei modi.

Quali sono i vostri punti di riferimento?
I nostri punti di riferimento sia nella vita che nella musica sono le persone che supportano il nostro lavoro, gli amici e le nostre famiglie.

Sognare è veramente gratis?
Il brano “Sognare é Gratis” è un invito a credere nei propri sogni, visto che proprio da questi possono nascere nuove possibilità e nuovi obbiettivi. Per esperienza possiamo dirvi che sognare è veramente gratis ma realizzare i propri sogni non lo è.

Voglio andare in viaggio, cosa mi consigliate Dubai o Mola di Bari?
Noi di Easy Funk ti consigliamo Dubai ma se di ritorno passi a trovarci da Mola di Bari di sicuro un modo per divertirci e stare bene lo si trova.

Progetti futuri?
Siamo a lavoro su nuova musica… Tra pochi giorni cominceranno i live e gli appuntamenti radio oltre ad esserci diverse sorprese che sveleremo tra non molto.