“Scoregge” mondiali: Trump, La Cina e L’Oms…

Adoro la (in)capacità di Trump, quel “folle e creativo” modo di “martellarsi le palle” per poi passare a di darsi la zappa sui piedi anche quando (in teoria) avrebbe validi argomenti (e ragioni) da far valere. E’ innegabile che l’Oms si è mossa scandalosamente in ritardo, in merito al Covid-19 e per molto tempo, veramente troppo, e si è guardata bene dal sollecitare interventi radicali. Incapacità o “opportunismo”?
Come abbiamo letto su tutte le testate giornalistiche, l’Oms ha all’inizio elogiato la Cina per la sua presunta trasparenza (per pavvore passate il fumo che vi siete fatti anche a noi…) Trasparenza in cosa? Pechino ha nascosto e continua a nascondere i dati reali della pandemia. L’Oms ha avuto “timore” della Cina o semplicemente ha ceduto alle pressioni della NON democratico ditto/comunista nazione? Pechino partecipa solo per lo 0,21% al bilancio dell’Oms, quindi dovrebbe avere poca voce in capitolo. Cosa è successo? Gli Stati Uniti contribuiscono al 18% circa, non come afferma Donal The “Idiot” al 50%. Perché Donaldo il Cavaliere dalla cazzata libera, continua a spararle così grandi, quando avrebbe ragione da vendere, semplicemente raccontando la verità? Misteri donaldici…
Perché le testate giornalistiche continuano a dare i dati della Cina anche se sono palesemente una “fandonia”?