E’ allarme negli Stati Uniti per la crescita del consumo di un tipo di eroina purissima, la black tar, che può uccidere addirittura al primo consumo. Accadeva anche nella Chicago degli anni 1920 quando, a causa del proibizionismo sull’alcol che aveva creato un vasto mercato nero gestito dalla mafia, si poteva morire per un bicchiere di whisky.
L’emittente Abc, riprendendo un’inchiesta fatta in tutti gli Stati americani dall’agenzia Associated Press, ha riportato che la black tar (in Italia chiamata catrame nero) è venduta a soli 10 dollari a dose.
L’Abc ha riportato che nel 2009 sono triplicate le morti causate dal consumo di questo tipo di eroina in molti Stati americani. La black tar può essere anche fumata, e secondo la polizia basta provarla una sola volta per divenirne dipendenti.
“Abbiamo avuto casi di persone morte subito dopo averla sniffata” ha detto il coroner della Chicago Will County, Patrick O’Neill. “E’ così potente che a volte troviamo l’ago ancora infilato nel braccio delle vittime”.
L’inchiesta ha accertato che il traffico di black tar colpisce soprattutto gli studenti delle scuole superiori degli Stati del sud al confine con il Messico, ma le morti sono aumentate ovunque, da nord a sud.
“Gli spacciatori – ha spiegato il sergente Tom Lorenz, della polizia di Glendale, in California – la vendono per poco ai ragazzi nelle scuole, dicendo loro che la possono fumare come una qualsiasi sigaretta, ma una volta che lo hanno fatto non possono più farne a meno”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here