Pillole di quarta generazione: Dubbi sulla sicurezza

Due nuovi studi hanno rilevato che le donne che fanno uso di contraccezione ormonale a base di drospirenone hanno un rischio di sviluppare tromboembolismo venoso, da due a tre volte più alto rispetto alle donne che assumono contraccettivi contenenti levonorgestrel. I due lavori, pubblicati dal British medical journal, hanno analizzato i dati provenienti, rispettivamente, da PharMetrics, un database americano che raccoglie le informazioni sui risarcimenti di danni alla salute, e dal General practice research database inglese. I ricercatori hanno, comunque, definito basso il rischio assoluto, con un tasso di casi di formazione di coaguli di sangue, per esempio, rilevati nello studio americano, di 30,8 per 100.000 tra chi prende drospirenone, rispetto a 12,5 per 100.000 in quelle che assumevano levonorgestrel.

Secondo gli esperti, si parla, quindi, di un aumento che lascia bassi i livellidi rischio di tromboembolismo venoso, per altro già noto per questi anticoncezionali orali. Inoltre, in un commento agli studi rilasciato da Bayer, azienda che produce il farmaco contenente drospirenone (Yasmin) si sottolinea il fatto che questi dati non modificano il profilo di sicurezza «sostenuto da evidenze scientifiche ampiee robuste raccolte in 10 anni di studi». L’azienda, nel marzo 2010, aveva già segnalato i rischi con un ulteriore avviso nell’etichetta delle confezioni di pillole Yasmin vendute in Europa.

vedere anche:

Chiediamo aiuto! La Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer è a serio rischio.

 

Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer

www.cbgnetwork.org (anche in italiano)
[email protected]
Fax: (+49) 211-333 940   Tel: (+49) 211-333 911

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here