“Esame superato? Fa male il ministro a cantar vittoria perché, in realtà, gli esami non finiscono mai. Se, infatti, il rapporto parla di una ripresa dell’economia italiana la definisce comunque di forza incerta” lo dichiara in una nota Antonio Borghesi, vicepresidente del gruppo IDV alla Camera.

“Se il rapporto Ocse, nonostante i forti dubbi, parla di una generale ripresa quello di Bankitalia dice nero su bianco che sarà necessaria una manovra da 35 miliardi di euro per raggiungere l’obiettivo di pareggio di bilancio. A ciò, si aggiungano le criticità dovute ai 300 miliardi di euro di tasse accertate e non incassate dallo stato, alle problematiche di un debito pubblico, che solo una sostanziale dismissione del patrimonio pubblico, che ammonta a 700 miliardi di euro, può ricondurre ad un livello accattabile” aggiunge Borghesi.

“Tremonti continua a dire che proseguirà nel percorso di riduzione del debito ma senza dire dove reperirà le risorse per farlo. Noi presenteremo a breve il nostro pacchetto di proposte per il risanamento dei conti senza aggiungere nuove tasse. Ci auguriamo che a luogo e tempo debito il ministro Tremonti saprà ascoltarle e confrontarsi con noi” conclude il vicepresidente del gruppo IDV alla Camera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here