L’assistenza ai malati terminali e incurabili e’ stata al centro di un colloquio svoltosi a Berlino tra mons. Robert Zollitsch, presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), Jorg-Dietrich Hoppe, presidente dell’Ordine federale dei medici, e Christoph Fuchs, direttore generale dell’organizzazione. Secondo quanto riportato da un comunicato stampa diffuso oggi dalla Conferenza episcopale tedesca, mons. Zollitsch, Hoppe e Fuchs hanno ribadito il loro ‘netto rifiuto’ nei confronti dell’eutanasia attiva. L’uccisione a richiesta ‘contrasta con la comprensione cristiana e medica della persona’, si legge nel documento. Gli interlocutori si sono trovati d’accordo sul fatto che i medici non devono fornire assistenza neanche a chi vuole commettere suicidio.
‘Piuttosto, e’ importante accompagnare i malati gravi – hanno ribadito – e alleviare le loro sofferenze con un ulteriore sviluppo della medicina palliativa’.

fonte aduc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here