Una donna che aveva sottratto l’account di Facebook del figlio diciassettenne è stata condannata per reato di molestie. Il tribunale della Contea di Clark, in Arkansas, le ha inflitto anche una sanzione di 435 euro, l’obbligo di frequentare un corso per genitori e le ha impedito di vedere il figlio fino al termine della sentenza.
I problemi con il figlio già c’erano da tempo, e la donna lo aveva infine buttato fuori di casa. Subito dopo, dal computer di casa a cui il ragazzo non aveva più accesso, la donna ha cominciato ad usare l’account di Facebook del figlio. Ha pure cambiato password per impedire che lo potesse usare in futuro ed ha inserito commenti.
Durante il processo, la madre si è difesa asserendo di aver voluto proteggere il figlio da Internet: “Se mi condannano, sarà stagione di caccia contro molti genitori”, ha detto prima di conoscere la sentenza.
Il giudice però non ha creduto alla sua versione e l’ha condannata anche a 30 giorni di carcere.

font aduc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here