E’ trascorso un po di tempo, ed eccomi nuovamente tra le pagine virtuali di MondoRaro, a sputar veleno ed incazzarmi come prima, anzi più di prima… Silenzioso per mesi, causa problemi personali e voglia di fare i “conti con me stesso”, guardare le tante cose fatte, quelle fallite, prender fiato e poi ancora una volta mettersi in gioco. Non importa se per molti sembrerò sbagliato, o se sono stato un assenteista. Ora sono qui e ho deciso di tornare ai miei vecchi argomenti di sempre… così tanto per dar fastidio. Sono sempre stato “fastidioso” e perché quindi smettere di esserlo?… Solo una pausa… nulla più che una pausa.

Maiali… è così’ che vedo la maggior parte dei politici italiani… maiali materialisti affamati di potere ed arrivismo. Maiali, privati delle ali.

Certo che siamo messi proprio male… la nostra bellissima Italia, è ridotta ad una prostituta di strada, drogata e malata. Gli anni di Berlusconi, hanno impoverito il paese, non solo dal punto di vista economico, ma anche morale.
Berlusconi è entrato in politica con il palese obiettivo di “ingigantire” il suo patrimonio e di garantirsi una impunità/immunità giudiziaria. La nostra Italia, (anche se più che nostra è “loro”), in questo ultimo decennio è la nazione, secondo la ODCE che è cresciuta meno, per intenderci siamo ai livelli di Haiti e dello Zimbawe… e non è tanto per dire, sono dati che spesso sono stati celati. Siamo uno dei paesi che si è indebitato di più.

Finalmente i mercati si sono svegliati… prima erano dormienti, forse per convenienza, non saprei… ed insieme ad i mercati sembrano essersi risvegliati anche gli italiani… che popolo di imbecilli siamo… ma abbiamo il coraggio di guardare negli occhi il nostro “peccato” Berlusconi? Eh si perché Berlusconi è un nostro peccato, che abbiamo alimentato, fino a farci divorare… abbiamo permesso a Berlusconi di fare tutto, ma proprio tutto quello che voleva, arrivando ai limiti della decenza. Non sono molto fiducioso… penso che non riusciremo a tener gli occhi aperti a lungo e che guardare il nostro peccato, beh, è troppo difficile per noi italiani.

Misure ad empresam, ad processum, ad personam e perché no ad familiam… signori, non è stato Berlusconi a fare il bello ed il cattivo tempo, siamo stati noi! E’ colpa dei nostri silenzi, del nostro non combattere per i diritti, ma solo per il portafoglio.
Non illudiamoci però, a salvare l’Italia da Berlusconi, non sono stati gli italiani, ma ancora una volta gli stranieri… eh si, perché il NO deciso dei mercati, degli investitori stranieri è suonato come una fucilata a morte. Lo spread italiano ha superato i livelli del debito greco, portoghese e irlandese. Siamo ad un passo dal tracollo. I detentori del debito non hanno più creduto alle menzogne, o meglio sarebbe dire “boiate” di Berlusconi e hanno deciso di non accettare più proroghe o trucchi.

E’ la fine della “politichetta” made in Italy?

Leggendo i giornali stranieri, ho compreso che anche la Banca Centrale Europea si è schierata contro Berlusconi, anche se non apertamente, però di fatto ha frenato l’acquisto di buoni del tesoro italiani.

Insomma ci hanno salvato ancora una volta gli stranieri… io però mi domando quale sarà il prezzo…

Per ora vi confesso, che sono felice di vedere a terra Berlusconi, anche se mi preoccupa che molti a lui vicino sono sempre al potere. Mi contento delle briciole… ma di questi tempi a noi italiani arrivano solo le briciole…
Un giorno forse, potrò brindare alla libertà in questo paese, per ora brindo alla fine di questa tirannia… e scetticamente mi preparo alla prossima…

Saluti disincantati da Gianni Leone.