Karl Malden

Bellissime le sue interpretazioni in: Un tram che si chiama desiderio (1952), Fronte del porto (1954), Baby Doll (1956), tutti di Elia Kazan; Io confesso (1953) di Alfred Hitchcock, Prigioniero della paura (1957) di Robert Mulligan, I due volti della vendetta (1961) di Marlon Brando, Il grande sentiero (1964) di John Ford, Uomini selvaggi (1971) di Blake Edwards, Pazza (1987) di Martin Ritt.

Karl Malden, pseudonimo di Mladen George Sekulovich. Attivo per oltre mezzo secolo, è stato un celebre caratterista di pellicole cinematografiche e protagonista della fortunata serie televisiva Le strade di San Francisco. Nel corso della sua lunghissima carriera, si è aggiudicato il premio Oscar nel 1952 (e una seconda candidatura due anni dopo), l’Emmy Award ed una nomination al Golden Globe.

Cresciuto nell’Actor’s Studio, è stato l’ultimo degli attori di una generazione di talenti, quali Marlon Brando, Paul Newman, James Dean, Montgomery Clift.

Il padre era di origine serba, la madre ceca: di estrazione teatrale con studi presso l’Actor’s Studio di Lee Strasberg, si è fatto conoscere sul grande schermo in ruoli di caratterista, con predilezione per personaggi duri, spietati, spesso dalle rozze pulsioni sessuali.

La particolare fisionomia del suo volto (naso grosso e storto, rotto in gioventù), “l’aspetto sgraziato da orso”, lo ha relegato a ruoli non affascinanti, ma al tempo stesso lo ha caratterizzato come uno dei comprimari più particolari e memorabili.

“Malden è stato un attore “totale”, significa buono per tutti i ruoli, semplicemente perchè non era un divo, non ne aveva il corpo e il volto, non ne aveva l’appeal. Era soltanto bravo.”.

Dagli anni Settanta Malden ha svolto la sua attività di attore prevalentemente sul piccolo schermo, partecipando a serie televisive e film tv. In particolare, il ruolo del ten. Mike Stone nei 120 episodi della serie Le strade di San Francisco (dal 1972 al 1977) gli ha dato notorietà presso il grande pubblico. Al suo fianco, la stella nascente del giovane Michael Douglas.

L’attore è stato sposato dal 18 dicembre 1938 alla morte con Mona Greenberg, dalla quale ha avuto due figlie, Carla e Mila. Risulta uno dei matrimoni più longevi di tutti i tempi nel mondo dello spettacolo. Karl è morto il 1 luglio 2009

Filmografia

* Non desiderare la donna d’altri (1940)
* Vittoria alata (1944)
* Il 13 non risponde (non accreditato) (1947)
* Boomerang – L’arma che uccide (non accreditato) (1947)
* Il bacio della morte (1947)
* Romantico avventuriero (The Gunfighter), regia di Henry King (1950)
* Sui marciapiedi (1950)
* Okinawa (Halls of Montezuma), regia di Lewis Milestone (1950)
* Un tram che si chiama desiderio (1951)
* Difendete la città (The Sellout), regia di Gerald Mayer (1952)
* Corriere diplomatico (Diplomatic Courier), regia di Henry Hathaway (1952)
* Altra bandiera (Operation Secret), regia di Lewis Seiler (1952)
* Ruby, fiore selvaggio (Ruby Gentry), regia di King Vidor (1952)
* Io confesso (I Confess), regia di Alfred Hitchcock (1953)
* Femmina contesa (Take the High Ground!), regia di Richard Brooks (1953)
* Il mostro della via Morgue (Phantom of the Rue Morgue), regia di Roy Del Ruth (1954)
* Fronte del porto (On the Waterfront), regia di Elia Kazan (1954)
* Baby Doll – La bambola viva (Baby Doll), regia di Elia Kazan (1956)
* Prigioniero della paura (Fear Strikes Out), regia di Robert Mulligan (1957)
* Il fronte del silenzio (Time Limit), regia di Karl Malden (1957) – non accreditato
* I giganti toccano il cielo (Bombers B-52), regia di Gordon Douglas (1957)
* L’albero degli impiccati (The Hanging Tree), regia di Delmer Daves (1959)
* Il segreto di Pollyanna (1960)
* Il grande impostore (1961)
* I due volti della vendetta (1961)
* Vento caldo (1961)
* E il vento disperse la nebbia (1962)
* L’uomo di Alcatraz (1962)
* La conquista del West (1962)
* La donna che inventò lo strip-tease (1962)
* Appuntamento fra le nuvole (1963)
* Chi giace nella mia bara? (1964)
* Il grande sentiero (1964)
* Cincinnati Kid, regia di Norman Jewison (1965)
* Nevada Smith (1966)
* Matt Helm…non perdona! (1966)
* Intrighi al Grand Hotel (1967)
* Un maggiordomo nel Far West (1967)
* Il cervello da un miliardo di dollari (1967)
* Due occhi di ghiaccio (1968)
* Milioni che scottano (1968)
* Patton, generale d’acciaio (1970)
* Il gatto a nove code, regia di Dario Argento (1971)
* Uomini selvaggi (1971)
* Ricatto alla mala (1972)
* Le strade di San Francisco (The Streets of San Francisco) (1972-1977) – Serie Tv
* Captains Courageous (1977) – Film Tv
* L’inferno sommerso (1979)
* Meteor (1979)
* Skag (1980) – Film Tv
* Skag (1980) – Serie Tv
* Word of Honor (1981)
* Miracle on Ice (1981) – Film Tv
* Il tempo del crepuscolo (Twilight Time), regia di Goran Paskaljevic (1982)
* La stangata 2 (1983)
* With Intent to Kill (1984) – Film Tv
* Fatal Vision – Film Tv
* Alice nel paese delle meraviglie (Alice in Wonderland) (1985) – Film Tv
* Billy Galvin (1986)
* Pazza (1987)
* Vietnam morte Orange (1988) – Film Tv
* The Hijacking of the Achille Lauro (1989) – Film Tv
* Call Me Anna (1990) – Film Tv
* Absolute Strangers (1991) – Film Tv
* Back to the Streets of San Francisco (1992) – Film Tv
* They’ve Taken Our Children: The Chowchilla Kidnapping (1993) – Film Tv
* The West Wing (2000) – ep. 14 – Serie Tv