Idris Elba

L’attore britannico IDRIS ELBA (Janek) ha conquistato il pubblico americano nei panni del malvagio Stringer Bell, un personaggio dell’acclamata serie della HBO, The Wire. Lui continua a farsi notare come uno degli attori più interessanti di Hollywood, grazie a una serie di apprezzate interpretazioni in film e serie televisive importanti.
Ha iniziato la sua carriera a Londra, sua città natale, grazie a diverse partecipazioni alla televisione britannica quando era ventenne. Negli anni novanta, ha recitato in alcuni telefilm importanti, tra cui Dangerfield, Bramwell e Ultraviolet. Quest’ultima, nel 2000, Ultraviolet è stata acquistata dalla Fox negli Stati Uniti, rendendolo un volto noto sul mercato americano. Dopo essersi trasferito a New York, ha ricevuto grandi consensi per la sua interpretazione di Achille nella produzione off-Broadway di Sir Peter Hall di una delle opere più complesse di Shakespeare, Troilo e Cressida (Troilus and Cressida). In seguito, ha conquistato una parte nel telefilm Law & Order – I due volti della giustizia (Law & Order).
Nello stesso periodo, David Simon, creatore della premiata serie della HBO Oz, lo ha scelto nel ruolo di Stringer Bell, il capo di un impero della droga a Baltimore, in The Wire. Il suo ritratto di Bell, un personaggio complesso, è senza dubbio uno dei più affascinanti nella storia della televisione. Dopo il successo del telefilm nel mondo, i critici e il pubblico hanno iniziato ad apprezzare il talento di Elba. Nel 2005, ha ricevuto una candidatura agli NAACP Image Award come miglior attore non protagonista, proprio grazie a The Wire.
E’ passato a un ruolo da protagonista nel film della HBO Sometimes in April, che gli ha consentito di ottenere la sua seconda candidatura agli Image Award, come miglior attore protagonista in un film, miniserie o speciale drammatico per la televisione. In seguito, sono arrivati diversi ruoli importanti, tra cui quelli nella pellicola drammatica di Tyler Perry Daddy’s Little Girls, che gli è valsa una candidatura ai premi BET; il thriller I segni del male (The Reaping), con protagonista Hilary Swank; e l’horror thriller 28 settimane dopo (28 Weeks Later).
Nel 2007, ha lavorato alla pellicola di Ridley Scott, candidata ai Golden Globe, American Gangster, al fianco di Denzel Washington, Russell Crowe, Ruby Dee e Josh Brolin. Assieme al resto del cast, ha ottenuto una nomination agli Screen Actors Guild Award. Lo stesso anno, è tornato a Londra per partecipare a RocknRolla di Guy Ritchie, assieme a Gerard Butler, Thandie Newton e Tom Wilkinson. La pellicola ha conquistato il primo posto del botteghino inglese durante la settimana d’esordio.
Successivamente, ha recitato con Beyonce Knowles nel thriller Obsessed, diretto da Steve Shill, che gli è valso una candidatura come miglior attore ai BET e agli NAACP Image Award. La pellicola ha ottenuto 28,5 milioni nel suo weekend d’esordio, arrivando al primo posto del botteghino e diventando il maggiore incasso di sempre per quanto riguarda i film con tematiche stalker.
Nel 2009, ha mostrato le sue doti comiche nel telefilm della NBC The Office, nei panni del serioso capo di Michael Scott, Charles Minor. In seguito, ha incarnato l’interesse amoroso di Laura Linney nella serie comica della Showtime The Big C.
I suoi progetti successivi sono stati The Losers, in cui condivideva lo schermo con Zoe Saldana, Chris Evans e Jeffrey Dean Morgan; e il grande successo Takers, assieme a Matt Dillon, T.I. e Hayden Christensen, che gli è valso una nomination ai NAACP Image Award del 2011 come miglior attore non protagonista. Nel maggio del 2009, si è trasferito a Glasgow per girare Legacy. Oltre a interpretare un agente coinvolto nelle operazioni sotto copertura, è stato produttore esecutivo della pellicola, selezionata per chiudere il Glasgow Film Festival nel febbraio 2010. Due mesi dopo, il Tribeca Film Festival ha presentato questo titolo con grande successo.
In seguito, ha lavorato alla serie drammatica della BBC Luther, nel ruolo di John Luther, un detective complesso che combatte contro i suoi demoni interiori. I sei episodi sono stati mostrati su BBC 1 nell’aprile del 2010, portando pubblico e critica a reagire positivamente al ritratto di Elba. La serie è stata acquistata dalla BBC America e trasmessa nel 2010, facendogli ottenere altri consensi. Grazie al suo lavoro in Luther, ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe Award come miglior attore protagonista e ha vinto un NAACP Image Award come miglior attore in un film, miniserie o speciale drammatico per la televisione. Nel 2012, ha conquistato il Golden Globe per il miglior attore in una miniserie o film realizzato per la televisione.
Ha partecipato all’atteso adattamento di un fumetto Marvel, Thor, diretto da Kenneth Branagh, assieme a Natalie Portman, Anthony Hopkins e Samuel L Jackson. Ultimamente, ha lavorato a Ghost Rider: Spirito di vendetta (Ghost Rider: Spirit of Vengeance), assieme a Nicolas Cage.
Oltre all’impegno di Luther, che sta tornando per la terza stagione, Elba apparirà sul grande schermo in Pacific Rim di Guillermo del Toro, e incarnerà Nelson Mandela questa estate, quando inizieranno le riprese della pellicola biografica Long Walk to Freedom.