Circa 20 milioni di euro e’ il danno che gli aeroporti italiani hanno avuto nella settimana in cui sono stati messi in ginocchio con la chiusura imposta per le eruzioni del vulcano islandese. Gli scali piu’ colpiti sono quelli del nord. Piu’ di 9,300 i voli cancellati nella settimana dal 15 al 21 aprile, lascaindo a terra quasi un milione e 300 mila passeggeri e una flessione del 7,9% del traffico civile dell’intero mese e del 10,9% nei movimenti degli aeromobili. Tra gli scali piu’ colpiti Roma Ciampino con -22%, seguito da MIlano Linate con -18,8%, Venezia -13,8%, Bergamo -12,6%, Palermo -12%, Malpensa -9,1%, Bologna -8,6%, Catania -7,9%, Napoli -5,7%, Roma Fiumicino -2,6%. I dati sono di Assaeroporti.

fonte aduc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here