Così come era già avvenuto più volte in Colombia, le forze della sicurezza dell’Ecuador hanno scoperto, per la prima volta nel paese, un “narco-sommergibile”: un sottomarino, precisano i media locali, lungo 15 metri, largo due, fabbricato in modo artigianale e in grado di trasportare almeno quattro tonnellate di droga, probabilmente cocaina, in Messico e negli Stati Uniti.
Il sommergibile è stato scoperto dagli uomini delle squadre speciali della polizia di Quito in una zona “dove è molto difficile arrivare, all’interno di un capannone di una società di gamberi nella provincia di El Oro, nel sud del paese”.
Le forze di sicurezza, che non hanno precisato se nell’operazione sia stata trovata droga, hanno arrestato quattro persone, rilevando che il sommergibile era in riparazione.
E’ la prima volta in Ecuador che viene fatta una scoperta di questo tipo. Le coste del paese andino sono spesso usate dai cartelli colombiani per caricare la droga e questo tipo di imbarcazioni navigano semi sommerse al fine di non essere captati dai radar e di ridurre le possibilità di essere avvistati.

fonte aduc