Il dispositivo utilizza una dinamo che genera elettricità a partire dal movimento delle ruote ed è compatibile con tutti i modelli di telefono del gruppo finlandese.
“Le biciclette sono i mezzi di trasporto più usati in numerosi mercati del mondo – ha dichiarato in un comunicato Alex Lambeek, vicepresidente di Nokia – si offre l’opportunità di sfruttare meglio un’attività a cui la gente si dedica già”.
Il prezzo del caricabatterie, comprensivo del supporto necessario per agganciarlo alla bicicletta, varierà da un paese all’altro. In Kenya, dove il dispositivo è stato lanciato oggi, costa circa 15 euro, stando a quanto precisato alla France presse da un portavoce di Nokia. Per caricare la batteria, il ciclista deve raggiungere una velocità di 6 km/h; pedalando 10 minuti a 10 km/h, si ottiene la carica sufficiente per poter conversare circa 28 minuti o per lasciare il telefono acceso per 37 ore, ha precisato il portavoce.
Nokia ha lanciato in Kenya anche quattro modelli di portatili destinati ai paesi in via di sviluppo, a un prezzo che oscilla dai 30 ai 45 euro. Sono dotati di grande autonomia, tanto da poter rimanere accesi 6 settimane in stand by, permettendo così di sopperire alle insufficienze di energia elettrica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here