Le promesse di carta della Asia Pulp & Paper

La moratoria sul taglio delle foreste annunciata dal gigante cartario Asia Pulp & Paper (APP) in Indonesia non è una bufala. Lo sostiene l’associazione indonesiana Greenomics: i 200,000 ettari di foreste naturali che la APP ha annunciato di proteggere non sono altro che aree degradate, agricole o già contese con le comunità locali.
“L’uso della formula ‘sospensione dell’abbattimento di foreste naturali’ non è appropriata” sostiene il rapporto, secondo cui le reali foreste naturali si riducono ad appena 204 ettari sugli 198.942 ettari  annunciati dalla APP.

Secondo la legge, la APP non può sviluppare piantagioni in aree reclamate dalle comunità locali, sostiene Greenomics, secondo la quale il Ministero delle Foreste indonesiano ha richiesto alla APP di rivedere i termini della propria “roadmap della sostenibilità”, prendendo dei numeri più realistici.

Almeno questa volta – sostiene Greenomics, la APP ha evitato di vantarsi di proteggere foreste già protette dalla legge. “La APP in passato si è sempre vantata di protegger aree di foresta naturale nelle proprie concessioni, mentre era obbligata a farlo dai termini di legge”.
La realtà è ancora più deludente, se una valutazione dello stesso Ministero accusa la APP e i suoi fornitori di aver raso al suolo anche aree protette all’interno delle proprie concessioni, un danno che secondo Greenomics, la APP dovrebbe ora compensare.

Le conclusioni di Greenomics coincidono con quelle già pubblicate in luglio da Eyes on the Forest, una coalizione di associazioni ambientaliste della provinceia di Riau.

“L’analisi delle mappe satellitari dimostra che nelle concessioni della APP non ci sono più foreste naturali da proteggere nella provincia di Riau, dato che nelle concessioni possedute, le foreste sono già state abbattute, o sono già protette dalla legge – spiega Muslim Rasyid, coordinatore di Eyes on the Forest e membro dell’associazione Jikalahari – Le nuove politiche della APP non rappresentano alcun vantaggio per le foreste, a Riau e altrove”

La APP ha annunciato la propria “Sustainability Roadmap” bel maggio 2012, come impegno alla sostenibilità entro il  2015. L’impegno è in vigore solo per le concessioni della APP, mentre i fornitori dovranno avviare una valutazione delle foreste di alto valore di conservazione.

Read more: http://www.salvaleforeste.,.