Siria: prove dell’utilizzo delle bombe a grappolo. 11 bambini uccisi

Sono emerse prove schiaccianti di un attacco aereo con bombe a grappoloa sulla città di Deir al-`Assafeer vicino a Damasco, che hanno ucciso almeno 11 bambini e ferito decine di persone. L’attacco è avvenuto il 25 novembre scorso. Le bombe a grappolo sono state bandite dalla maggior parte delle Nazioni.

“Questo attacco dimostra come le munizioni a grappolo uccidono senza differenza alcuna tra civili e militari,” ha affermato Mary Wareham di Human Rights Watch. “A causa del danno devastante causato ai civili, le bombe a grappolo non deve essere mai utilizzate.”

Secondo le riprese video e le testimonianze dei degli abitanti del luogo, i bambini sono stati uccisi mentre giocavano in un campo.

Riprese video postato su internet da attivisti siriani, immediatamente dopo l’attacco mostrano bambini e adulti a terra gravemente feriti, con ferite compatibili con quelle causate proprio da bombe a grappolo.

Shahd al-Lahham al-Omar, 4 anni, Mamdouh Shehab 11 anni, Mohamad al-Shafouni 11 anni, Roba Youssef al-Ali 13 anni, e gli altri bambini dei quali non conosciamo il nome sono le vittime di adulti senza scrupoli!