L’Eta vorrebbe delle trattative, la Spagna rifiuta

Il gruppo basco separatista ETA, nei giorni scorsi, mediante un comunicato ha dichiarato che sarebbe sua intenzione avviare delle trattative con le autorità spagnole e francesi, sull’argomento di scioglimento delle strutture militari dell’ETA, consegna delle armi e trasferimento dei detenuti baschi nei carceri più vicini a casa.

L’anno scorso l’ETA ha dichiarato la fine della lotta armata per l’indipendenza dei baschi durata quattro decenni, tuttavia ha rifiutato di deporre le armi e sciogliere i propri componenti.

Il governo spagnolo ha rifiutato la proposta dell’ETA di avviare le trattative per discutere le condizioni di scioglimento del gruppo dei separatisti baschi. “Noi aspettiamo e richiediamo solo una dichiarazione, quella dell’autoscioglimento incondizionato” ha dichiarato il Ministro degli Affari Interni Jorge Fernández Díaz. “Loro sanno che noi non avevamo mai avviato trattative e mai le avvieremmo con l’organizzazione terroristica”.

Fonte: http://rus.ruvr.ru/