Gli Stati Uniti manderanno più agenti segreti all’estero

Gli Stati Uniti hanno approvato una riforma dei servizi segreti che prevede l’aumento del numero di agenti mandati all’estero. Nei prossimi cinque anni gli agenti segreti americani in giro per il mondo sotto spoglie diplomatiche cresceranno dagli attuali 500 ai 1600, comunica il Washington Post.

Le attività di spionaggio principale saranno sorvegliare i gruppi islamici armati  in Africa, la fornitura di armi dalla Corea del Nord e dall’Iran ad altri paesi e la modernizzazione delle forze armate cinesi.

Fonte: http://rus.ruvr.ru/