89mila euro di Imu al centro contro la leucemia di Padova che ha in cura 5mila bambini

[flowplayer src=’http://www.mondoraro.org/wp-content/uploads/2012/12/mondoraro-intervista-dr-franco-masello.flv’ width=630 height=300 autoplay=true]

draculontiIl Governo Monti non fa pagare l’IMU alla Chiesa, alle scuole private, alle società sportive, ma non esita a farla pagare  al centro contro la leucemia di Padova, la Città della Speranza che ha in cura 5mila bambini.

Non è per nulla sorprende che il Governo Monti, che ha sempre fatto gli interessi dei grandi gruppi di potere, a discapito dei cittadini, abbia colpito, attraverso l’IMU i centri di ricerca no-profit, dove lavorano tantissime persone per annientare  patologie tremende.

Ma al Governo Monti cosa frega di chi è malato? Meglio persone malate, così si vendono più farmaci e le Big Pharma fanno più soldi.

“È una somma pazzesca pretesa a persone generose che da anni, magari perché colpiti da un lutto, cercano di supplire privatamente alle carenze delle strutture pubbliche. Che senso ha che lo Stato ci chieda tutti quei soldi, coi quali si potrebbe finanziare un progetto triennale?”, si domanda Stefania Fochesato, presidente della Fondazione, la quale aggiunge: “È un boccone amaro da digerire perché noi ogni giorno ci impegniamo per raccogliere fondi di ogni genere e ci troviamo a pagare questa salasso”.

Complimenti al Governo Monti, che era composto da perfetti “golpisti” della democrazia.