I due Marò a casa a festeggiare il Natale, posso essere contrario a definirli eroi?

Salvatore Girone e Massimiliano LatorreSalvatore Girone e Massimiliano Latorre, i due marò che hanno ucciso due pescatori indiani, in questo momento stanno trascorrendo il Natale a casa, posso essere contrario a definirli eroi?.

L’Italia sembra avere un bisogno incredibile di eroi. Eroi che salvano la patria, eroi che difendono la patria, eroi della patria che vengono accusati ingiustamente. Eroi, eroi ed ancora eroi…… non è che tra i tanti eroi, magari, qualcuno non lo è? Non è che si parla tanto di eroi, in questo momento storico, per confondere le carte e non parlare di argomenti più consistenti e seri?

A febbraio di questo anno, i due marò sono stati accusati di aver ucciso in alto mare due pescatori indiani, e fino a pochi giorni fa erano detenuti dalla giustizia indiana. In pratica i due militari hanno scambiato due pescatori per pirati e li hanno uccisi. La perizia balistica ha dimostrato che a spare i colpi, che uccisero i due pescatori, furono proprio i due marò, quindi non esiste nessun dubbio in merito all’accusa.

E’ interessante ricordare che i due militari erano imbarcati come scorta “privata” e sfortunatamente tutti hanno visto cosa è successo.

E’ interessante inoltre ricordare che in base al Diritto Marittimo una nave è territorio nazionale, e datosi che la nave batteva bandiera italiana  nessuna autorità straniera aveva il diritto di prelevare le persone su essa imbarcati. E’ stato l’armatore napoletano della nave a dare istruzioni al comandante di invertire la rotta e andare a Kochi, ovviamente per salvaguardare i propri interessi.
E’ evidente che i due marò nei fatti stavano operando senza le garanzie proprie dei tutori dell’ordine. Questa situazione “ambigua” ha permesso che i due marò fossero arrestati della giustizia indiana.  

Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, non stati abbandonati dal nostro Governo, tuttavia è errato considerarli vittime o addirittura eroi e  pretendere che vengano processati dalla nostra giustizia. Forse è stato anche errato pagare oltre 800mila per far loro trascorrere il Natale in famiglia. Un po’ caro come Natale……
Secondo il mio parere, è giusto che i due militari siano processati in India, ma che possano scontare la pena in Italia, vista anche la particolarità della situazione.
Ci tengo però a dire che per me Salvatore Girone e Massimiliano Latorre non sono eroi, ma militari che svolgendo il loro lavoro, hanno commesso un errore grande e che devono, giustamente, pagare per il loro errore.