Aldo Brancher in queste ultime ore ha dichiarato: “Troppi attacchi dai miei alleati” e poi sconsolato ha rinunciato al legittimo impedimento.

Caro ministro, mi permetta di dirle apertamente che non sono stati solo i suoi alleati o sarebbe meglio definirli “compagni di cricca”, ma quella parte d’Italia che ha un’onesta moralità a gridare allo scandalo ed attaccarla, perché è uno scandalo che in un paese che si definisce civile lei sia stato nominato ministro. E’ ora di parlare chiaro ed io lo farò senza censure: lei è decisamente, visto il suo passato, una persona che non dovrebbe accedere ad alcuna carica pubblica ed ora se vuole mi denunci pure. L’Italia non è “cosa privata” ma è uno Stato che merita di essere realmente libero e democratico, dove lei, il suo amichetto Berlusconi e tutta la cricca di “golpisti” quali siete, dovrebbe essere cacciata via.

Il 5 luglio Brancher, sarà in aula per rispondere alle accuse dei pm, come è previsto dalla legge, quella legge che le “cricca al governo” sistematicamente offende, mortifica e viola.

Gli avvocati di Brancher, Filippo Dinacci e Piermaria Corso, hanno dichiarato: “Il ministro Aldo Brancher rinuncia al legittimo impedimento, ha deciso di acconsentire lo svolgimento dell’udienza del cinque luglio”, ed hanno aggiunto: “La scelta di far valere il legittimo impedimento era stata presa perché pensava fosse suo dovere, almeno nel primo periodo di mandato, dare un impulso determinante a quelle riforme di cui il paese ha bisogno e che il governo gli chiedeva di velocizzare. Per questo si era messo a disposizione della magistratura a partire dal sette ottobre prossimo, ritenendo che per quella data avrebbe potuto completare buona parte del programma di lavoro”.
Ma vi rendete conto? Lo dicono anche gli avvocati di Brancher… è stato Brancher ad acconsentire lo svolgimento dell’udienza… dico ma siamo alla follia? Da quanto è l’imputato che può acconsentire? Capite il potere che viene offerto a questi impiegati di Berlusconi che però noi tutti, e cioè lo Stato paghiamo?
A questo punto è lecito domandare le dimissioni! Via Brancher e via tutto questo governo. L’Italia agli italiani e non alla cricca dei corrotti e dei corruttori. Voglio un’Italia libera e democratica! Viva la libertà!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here