don piero corsiIl parroco di Lerici, don Piero Corsi, non smette di stupire. Dopo aver insultato le donne http://www.mondoraro.org/?p=43844 insulta un giornalista del Gr1.

Il cronista del Gr1 intervista il parroco sul volantino che aveva appeso nella bacheca della sua chiesa, ad  un certo punto durante l’intervista don Corsi afferma: “Se una frase la si sgancia dal prima e dal dopo, si possono far dire cose molto diverse” e aggiunge: “Quando lei vede una donna nuda, quali sentimenti prova? Quali reazioni? Non se è un frocio anche lei o meno…cosa prova quando vede una donna nuda? Non è violenza da parte di una donna mostrarsi in quel modo li’?”.

Il sacerdote concludere con ”Io non propongo tesi, volevo soltanto porre un problema e aiutare a riflettere attentamente… Non facciamo ideologie, ma ora la saluto, mi sono stufato…”.

Don Piero Corsi, lei se vede una donna nuda va a farsi una sega in chiesa oppure è tentato a violentarla? Ci piacerebbe sapere la sua idea in merito, perché la sua idea sui froci ci è chiara da ciò che dice.

Dire parolacce non è un peccato per un prete? Non ha paura di bruciare all’inferno, magari per punizione proprio nel girone dei froci e delle donne ignude?

Don Corsi, lei si masturba spesso? Può la masturbazione rendere una persona repressa a tal punto da odiare le donne e prendersela con i froci? Lei pensa di parlare in nome di Dio? Dio, secondo lei, è uno omofobo con tendenza allo stupro o alla violenza verso le donne?

[flowplayer src=’http://www.mondoraro.org/wp-content/uploads/2012/12/Il-parroco-di-Lerici-al-giornalista_-__Lei-e-un-frocio__.flv’ width=460 height=300]