Telefonica ha ridotto la propria partecipazione in Portugal Telecom dal 10% al 2,02%. L’annuncio arriva poco prima dell’assemblea degli azionisti di Portugal Telecom, fissata per il 30 giugno, chiamata a decidere sull’offerta da 6,5 miliardi di euro di Telefonica per la quota della compagnia portoghese nella joint venture brasiliana Brasilcel sul mobile (partecipata al 50% dai due gestori). Portugal Telecom, contraria alla cessione, aveva nei giorni scorsi opposto il fatto che Telefonica non avrebbe potuto votare in assemblea per un evidente conflitto d’interesse. Il mese scorso, il premeir portoghese Jose Socrates aveva definito la partecipazione di Portugal Telecom in Brasilcel ‘strategica’.
La questione ha dei riflessi indiretti anche per Telecom Italia, infatti il gestore italiano (partecipato a sua volta da Telefonica) è concorrente di Brasilcel, con Tim Brasil, che è società in forte crescita, come tutto il mercato brasiliano. Se Telefonica diventasse ‘padrona’ assoluta di Brasilcel, inevitabilmente si porrebbero problemi Antitrust: perchè Tim Brasil e Brasilcel due gestori che assorbono una importante quota del mercato brasiliano, sarebbero ambedue sotto il cappello di Telefonica.

fonte aduc