euro cracIn questi primi giorni dell’anno sono ripresi gli scioperi dei dipendenti pubblici in Grecia e Portogallo. In Portogallo i dipendenti pubblici sono scesi in piazza per protestare contro i tagli sui loro stipendi. Lo sciopero ha colpito fortemente i servizi di trasporto, come treni, autobus e traghetti e vi è stata anche una massiccia adesione da parte dei camionisti.

In Grecia, ad Atene, hanno incrociato le braccia i lavoratori della metropolitana, mentre nel resto del paese ci sono state diverse manifestazioni contro i tagli ai salari, che prevedono che i i dipendenti del trasporto pubblico non devono avere retribuzioni superiori a quelle dei dipendenti del ministero dei Trasporti.