Il gruppo americano Google ha annunciato di voler cambiare strategia in Cina e smettere di “deviare” gli internauti verso il suo sito di Hong Kong, come fa da inizio anno per non sottostare alla censura.
“Nei prossimi giorni, cesseremo completamente di deviare (gli internauti), ospitando i nostri utenti cinesi su una nuova pagina”, ha indicato il vicepresidente di Google, David Drummond, sul blog ufficiale della società, senza precisare se il gruppo sarà nuovamente sottoposto a censura in Cina.
Questa decisione si spiega con la scadenza, prevista per domani, della licenza concessa a Google per operare nella Cina continentale, ha aggiunto Drummond. “Se continuassimo a re-indirizzare gli utenti, la nostra licenza Icp (Internet Content provider) non sarebbe rinnovata (…) Senza questa licenza Icp, non possiamo operare un sito commerciale come Google.cn dunque Google sarebbe di fatto oscurato in Cina”, ha concluso.

fonte aduc