ONU

L’aviazione della missione ONU in Afghanistan (International Security Assistance Force) domenica mattina ha bombardato una moschea nella quale dei civili stavano pregando. L’attacco ha provocato 15 morti.

L’addetto stampa del governatore Shahidullah Shahid ha confermato l’attacco al luogo di culto. Secondo le sue dichiarazioni l’operazione è stata eseguita su ordine del comando della divisione orientale dell’ISAF (Nangarhār, Kunar, Nuristan). I rappresentanti dell’ISAF a Kabul hanno comunicato la distruzione di un deposito di armi nella regione, negando tuttavia bombardamenti di altri oggetti.

Fonte: rus.ruvr.ru