Il petrolio della multinazionale BP, che da più di 70 giorni avvelena il nostro pianeta e nella fattispecie le coste del Messico, arrecando irreparabili danni alla fauna e alla flora marina e terrestre, nei prossimi giorni toccherà anche le coste di Miami in Florida, lo prevede uno studio della National Oceanic, basato su proiezioni matematiche e asserisce che il petrolio sarà spinto dalle correnti oltre la punta meridionale della penisola.