La comunità LGBT sfila per le strade della capitale. Conteggiate circa 100.000 persone, la sfilata si è svolta come al solito pacificamente, fra balli, colori, canti, musica, divertimento, ma anche tanto tanto impegno sociale e politico. Le associazioni di categoria anche quest’anno hanno organizzato all’interno del Pride Roma delle cerimonie di matrimoni gay e lesbo, imitando quanto fu fatto a L’Aquila in giugno 2008 e in provincia di Teramo sulla costa abruzzese in settembre del 2009, dove si celebrarono per la prima volta in Italia dei matrimoni LGBT simbolici con il cosiddetto “Rito Consoli” e con tanto di confetti Gay Bride.