Ascoli Piceno, tortura e stupra la sua ex compagna che voleva lasciarlo. Un trentasettenne di Pescara, operaio separato dalla moglie era già stato in passato denunciato per lo stesso reato proprio da quest’ultima. Non accettando l’ulteriore rifiuto dalla sua attuale compagna, pare le dicesse: “Ti metto incinta così sarai per sempre mia”. Ha trasportato la vittima in aperta campagna, l’ha pestata a sangue e ripetutamente violentata sotto la minaccia di un bastone. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri di Ascoli Piceno, grazie anche alle intercettazioni telefoniche.