La persona sostiene di essere l’uomo della vita per la donna della coppia dei suoi vicini di casa. Per questo motivo li perseguita dal 2006. La donna dichiara di non aver mai avuto niente a che fare con il suo persecutore e nonostante le denunce i due coniugi si sentono loro stessi agli arresti domiciliari e non il loro persecutore. In questi casi ci si domanda se è la legge che non funziona oppure è l’applicazione della stessa che viene effettuata in modo errato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here