Nella giornata di oggi nella mia email [email protected] è arrivata la diffida dell’On. Franco Ceccuzzi. Diffida inoltrata alla mia persona da un collaboratore dell’On. Ceccuzzi, il sig. Alessandro Renai.
Di seguito potete leggere la diffida dell’Onorevole a la mia risposta.

Roma 28 settembre 2010
Egregio Signore
GIANNI LEONE

Egregio Direttore,
a seguito di alcune pubblicazioni sul blog di informazione “Mondoraro” da Lei diretto, debbo rilevare quanto segue.

Come Lei ben sa, il giornale Il Fatto Quotidiano ha pubblicato in data 2 settembre 2010 l’articolo intitolato “Guerre di Massoneria. Le Logge si contendono Siena. Lo scandalo P3 ha animato le fazioni in lotta” ed in data 16 settembre 2010 l’articolo intitolato ” Coop rosse? No, Verdini. Le cooperative vicine al Pd ed il Monte dei Paschi fanno affari col coordinatore Pdl in Toscana”, entrambi a firma di Daniele Martini, poi divulgati anche tramite il sito www.ilfattoquotidiano.it, nei quali la mia persona viene accostata alla massoneria e posta al centro di una fitte rete di presunti rapporti politici – massonici – affaristici nella città di Siena.

Stante la falsità e la valenza gravemente offensiva di molte delle affermazioni contenute in tali articoli, mi sono visto costretto a dare incarico ad un legale di mia fiducia di intraprendere ogni opportuna iniziativa giudiziale a tutela dei miei diritti fondamentali costituzionalmente protetti, in particola e della reputazione e della identità personale, ivi compresa la richiesta di risarcimento di tutti i danni subiti e subendi.

Poiché il Suo blog “Mondoraro” sta ospitando degli interventi (v. “Franco Ceccuzzi, il Gengiv Khan alla conquista di Siena…” e “Gengiv Khan ed il ribaltone: l’on. Ceccuzzi alla riscossa…”, entrambi a firma di Raffaele Ascheri) che riprendono, dando credito agli stessi ed avallandoli, i contenuti degli articoli sopra citati pubblicati su Il Fatto Quotidiano, con la presente sono ad invitarLa formalmente a verificare che le pubblicazioni che trovano spazio nel Suo sito non siano lesive della mia persona, dovendo altrimenti ritenerLa responsabile degli illeciti commessi.

Distinti saluti.
Franco Ceccuzzi

La mia email di risposta:

Gent. Alessandro Renai,
le scrivo per rispondere alla diffida dell’On. Franco Ceccuzzi.
Mi permetta di contestare un paio di “cosette”…
MondoRaro non ha ripreso gli argomenti trattati da “Il Fatto Quotidiano”… e da un oltre un anno che, nonostante la ns sede legale sia in Gran Bretagna, ci occupiamo dei “fatti e fattacci” sulla città di Siena… e proprio pochi mesi fa c’è stata una polemica tra noi e “Il Fatto Quotidiano” http://sporcaitalia.mondoraro.org/2010/07/14/giuseppe-mussari-ai-vertici-dellabi-quando-si-dice-la-provvidenza/
capisce quindi, che siamo perfettamente autonomi e non abbiamo ripreso le argomentazioni de “Il Fatto Quotidiano”.
Trovo giusto che l’On. Ceccuzzi, tuteli i sui diritti fondamentali costituzionalmente protetti, qualora vengano violati… così come è giusto che noi difendiamo il diritto alla libera stampa… diritto che in questi tempi, sembra non essere gradito e riconosciuto dai potenti e dai politici italiani…
Se noi di MondoRaro abbiamo commesso degli illeciti, è giusto che a sancirlo sia la magistratura. Noi siamo certi di non aver leso in alcun modo la persona dell’On. Ceccuzzi, se però l’onorevole suppone di essere stato leso, è giusto che si rivolga alle autorità competenti.
Il sottoscritto, Gianni Leone, direttore del BlogZine MondoRaro si impegna formalmente a far pubblicare le repliche che l’on. Ceccuzzi, riterrà opportune, offrendo la stessa visibilità offerta a Raffaele Ascheri.
Per concludere mi permetto di aggiungere che il sottoscritto è un romantico… e per utilizzare le parole di Joseph Pulitzer: “Ogni numero di giornale rappresenta una battaglia per l’eccellenza: Vincere o perdere questa battaglia dipende dall’eccellenza e dalla moralità del direttore e della redazione…  Un giornalista è la vedetta sul ponte di comando della nave… non agisce in base al proprio reddito nè ai profitti del proprietario. Resta al suo posto per vigilare sulla sicurezza e il benessere dei lettori che confidano in lui“.
Ringrazio l’On. Ceccuzzi per l’attenzione che mostra nei confronti del ns BlogZine
P.S.: la diffida dell’On. Ceccuzzi e la mia risposta, verranno pubblicate su “Sporca Italia”, al fine di liberamente, democraticamente, costituzionalmente e giustamente informare i lettori.
Cordiali saluti
Gianni Leone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here